Le riserve di Exchange precipitano al di sotto di $ 61.000: 5 cose da tenere d’occhio in Bitcoin questa settimana

Hodlers è paziente tra gli avvertimenti che una continuazione della corsa al rialzo di Bitcoin potrebbe richiedere „un po ‚di tempo“ grazie ai messaggi contrastanti degli indicatori on-chain.

Bitcoin ( BTC ) vede un inizio di settimana cauto mentre i mercati macro vacillano e la valuta turca perde il 15% del suo valore durante la notte

Dopo un fine settimana deludente che ha visto un rifiuto a $ 60.000 , Bitcoin Profit deve ancora impressionare i trader, che si aspettano un’azione laterale nei prossimi giorni.

Cointelegraph dà uno sguardo a cinque fattori che potrebbero influenzare il modo in cui l’azione dei prezzi di Bitcoin si evolve con l’inizio di una nuova settimana.

Tutto tranquillo tra le azioni

Lunedì il quadro delle azioni è di esitazione poiché permangono le preoccupazioni sui rendimenti obbligazionari e il coronavirus morde.

È diventato un quadro familiare per molti, i mercati asiatici si sono aperti con un movimento modesto. Un aumento dell’attività economica probabilmente alimenterà le preoccupazioni sui titoli di stato con rendimenti del Tesoro a 10 anni già all’1,7% negli Stati Uniti dopo il rapido aumento nelle ultime settimane.

Prendendo un tono diverso, la Cina ha rivelato di avere più soldi da spendere per l’allentamento finanziario, cosa che secondo i funzionari ridurrà il rischio, piuttosto che aumentarlo

„Questo non solo fornirà incentivi positivi per gli attori economici, ma aiuterà anche a creare un ambiente meno propenso a generare rischi finanziari“, ha detto nel fine settimana Yi Gang, governatore della banca centrale cinese, la Banca popolare cinese (PBoC) .

Allo stesso tempo, più giurisdizioni stanno assistendo al ritorno o alla continuazione del blocco del coronavirus, in mezzo alla rabbia per la mancanza di progressi nell’eliminazione delle restrizioni alle libertà individuali nonostante il lancio dei vaccini e l’inizio della primavera.

Separatamente, le turbolenze per la Turchia hanno visto la sua valuta nazionale, la lira, perdere il 15% non appena sono state aperte le contrattazioni. L’economia in difficoltà non ha beneficiato di un calo del sentimento dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha licenziato un altro capo della banca centrale.

„La Turchia sceglie il momento peggiore per licenziare il banchiere centrale“, ha risposto il commentatore di mercato Holger Zschaepitz .

“Erdogan ha rimosso il falco Gov Agbal, sostituendolo con un professore che dice che gli alti tassi di interesse causano l’inflazione. L’ampliamento del deficit di CA, l’esaurimento delle riserve valutarie e l’inflazione al 16% rendono più probabile una crisi valutaria „.